Come ridurre il consumo di plastica in bagno

Come ridurre il consumo personale di plastica

Ridurre il consumo di plastica in bagno è diventato semplicissimo, grazie a molti brand eco-friendly!

Fortunatamente, negli ultimi anni, è aumentata la sensibilità verso l’ambiente e il consumo, spesso non necessario, di plastica. Basti pensare ai flaconi di shampoo e bagnoschiuma: dentro cui rimane sempre del prodotto che resta inutilizzato e che consumiamo così rapidamente da produrre plastica a dismisura.

In questo articolo non farò riferimenti al consumo di plastica in cucina, in casa ecc, non credo di avere le competenze per poter ‘educare’ gli altri e, vivendo sola, spesso devo comprare mono porzioni, che mi portano a utilizzare prodotti confezionati.

Voglio, invece, parlarvi di come ridurre il consumo di plastica in bagno, dove, detto onestamente, vado piuttosto forte! Questi consiglio sono validi sia per noi donzelle che per i baldi giovani! Farò magari dei riferimenti separati!

Ridurre il consumo di plastica – ambo i sessi:

  • Usa lo shampoo solido o in contenitore in plastica riciclata, prodotto con ingredienti naturali, zero sprechi di prodotto, zero inquinamento – esistono in varie profumazioni e adatti a ogni tipo di capello
  • Usa un bagnoschiuma solido sotto la doccia – o le bath bomb per un rilassante bagno in vasca – come sopra zero flaconi, zero sprechi, zero inquinamento – qui trovate i miei preferiti, li ho provati tutti e amo pazzescamente ‘sea vegetable’ – super fresco e profumato
  • Deodorante solido: “eh grazie”, mi direte, ma non mi riferisco ai deo stick, bensì a questi deodoranti solidi o in polvere (in contenitore in plastica riciclata o biodegradabile) – io amo il ‘t’eo’ – BONUS: sono senza i sali di alluminio che, come ben sappiamo, fanno malissimo
  • Pelle secca? C’è la crema idratante solida oppure gli oli da massaggio, perchè, ammettiamolo, nessuno di noi è innocente!
  • Dentifricio solido – lo ammetto, non ne faccio uso – non toglietemi il mio Crest e avrete salva la vita – però, per chi volesse provare queste pastigliette sono la svolta, anche e soprattutto in viaggio!
  • Spazzolino di bamboo: l’ho avuto, non lo sto utilizzando ora, e l’ho trovato molto utile e ben funzionante. Utilizzo sempre quelli a setole medie/morbide, per un minor impatto sulle gengive delicate

Scorri in basso per leggere gli altri consigli dedicati agli uomini e alle donnehh.👇

bath bomb senza packaging per ridurre la plastica

LISTA PER I BALDI GIOVANI

Metto la loro lista per prima perchè se sono arrivati a leggere fin qui devo ringraziarli di cuore, non posso farli indugiare oltre.
Uomini: io vi ringrazio.
Donzelle, un attimo di pazienza e arrivo anche da voi!

  • Prodotti per la rasatura da barba: naturali, con un packaging riciclato e riciclabile, che sono piaciuti anche a mio padre, maschio Alpha di quasi 80 anni!
  • Profumo solido da uomo: finiscila di spruzzarti in faccia un flacone di profumo con l’ovvia conseguenza di accecarti e passa alla comodità del profumo solido!
  • Usate rasoi professionali e non usa-e-getta: hanno un’ovvia durata maggiore e lo smaltimento inquina molto meno
  • Gel e cere per capelli ecofriendly, sembra proprio che funzionino ugualmente bene e abbiano un impatto ambientale decisamente inferiore rispetto ad altri

DONZELLE, VENIAMO A NOI!

  • Come sopra consiglio i profumi solidi o in flaconi in vetro, se opportunamente riciclati, e, possibilmente, privi di tanta plastica ornamentale.
  • Esistono innumerevoli brand di prodotti per il makeup ecofriendly che usano packaging in plastica riciclata, o metallo, o ne sono addirittura privi. Io mi trovo benissimo con Nudestix. I prodotti sono vegani, cruelty free, contengono ingredienti naturali e sono venduti in un packaging di metallo. La plastica dei ‘tappini’ è riciclata. Per acquistare i loro prodotti dall’Italia fate affidamento su Cult Beauty UK, o Sephora (ma solo se siete in viaggio all’estero).
  • Maschere viso/capelli e detergenti: consiglio sempre di fare affidamento su quei brand eco-friendly con contenitori in plastica riciclata. Ho menzionato Lush perché è quello più vicino a me dove acquisto più frequentemente, questo non esclude tutti gli altri estremamente validi che sono sicura esistano in giro.
  • ‘Assorbenti’: qui ovviamente non mi sbilancio, non intendo dirvi né cosa dovreste utilizzare né cosa utilizzo io. Sono fermamente convinta che la scelta sia estremamente intima e personale. Non sopporto le ‘fazioni’ che devono evangelizzare e convincere qualcuno ad utilizzare un prodotto invece di un altro. La scelta più ecologica sembra essere la coppetta, per durata e smaltimento, tuttavia il tampone è una valida alternativa al classico assorbente e contiene molta meno plastica.
  • Depilazione: anche in questo caso non intendo evangelizzare nessuno perché ho provato tutti i metodi e frequentemente li alterno. Per alcune aree ho scelto il laser e la trovo una valida soluzione a lungo termine. Per quanto riguarda, invece, la soluzione rasoio, come per gli uomini, consiglio 1 rasoio professionale e non tanti usa-e-getta.

Questi consigli ti sono stati utili? Hai altre consigli da condividere con me e con tutti i miei amici? Scrivimi su Instagram e provvederò ad aggiungerli!

NEWSLETTER

Sei al verde e cerchi consigli per viaggiare ON-A-BUDGET? Iscrivendoti alla newsletter riceverai contenuti esclusivi e molte novità interessanti sui viaggi, sul web e sulla produttività, che spero ti saranno utili!

Tramite l’iscrizione alla newsletter riceverai GRATIS uno dei miei Preset per Lightroom Mobile!

E, se sei curioso/a di sapere come io modifico le mie foto usando l’app gratuita Lightroom Mobile, puoi leggere questo articolo.

Per rimanere in contatto con me puoi seguirmi nel mio quotidiano su Instagram.
Grazie per aver letto questo articolo!

Lorenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *